Italian Arabic English French German Portuguese Russian Spanish

Seguici anche su: facebook1

Notice
  • EU - Nuova direttiva e-Privacy

    Questo sito web utilizza i cookie di terze parti per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'Utente accetta che possiamo inserire questi tipi di cookie nel proprio dispositivo.

    Leggi la normativa della Unione Europea

TEMPI DURI RICHIEDONO DANZE FURIOSE

TEMPI DURI RICHIEDONO DANZE FURIOSE
(ALICE WALKE)

In scena tre diversi corpi, tre anime, tre vite bloccate ad un bivio, confuse, che non si sentono mai abbastanza brave, preparate o creative e questo le rende assolutamente uguali a tutte le donne di questo periodo storico, in cui la collera femminile diventa preziosa, “forza potente”, grazie alla quale è possibile reagire a torti, arginare soprusi, evitare sofferenze, affermare la propria personalità, difendere le proprie idee, esplorare percorsi creativi. 

Istinto, potenza creativa, valore personale sono aspetti che nel corso del tempo le donne hanno nascosto nel profondo, a volte del tutto dimenticato, perdendo autostima e consapevolezza. Così, come in “Donne che corrono coi lupi”, anche in Tempi duri richiedono danze furiose, in primo piano sono alcuni archetipi femminili, che rappresentano le numerose sfumature che ogni donna contiene in sé e che devono essere riscoperte per giungere a riappropriarsi dell’essenza e del valore femminile.

…..nel libro “Donne che corrono coi lupi” si parla della collera come un fuoco capace di cuocere, non solo di distruggere. Nel capitolo dedicato alla collera femminile l’autrice, Clarissa Pinkola Estés, racconta come le donne abbiano bisogno di imparare a gestire ed esprimere la propria giusta collera, di tracciare e far rispettare i propri confini. 
Ci vuole pazienza e attesa per portare a guarigione le proprie emozioni……

La produzione inedita “Tempi duri richiedono danze furiose” è dunque dedicata alle donne di tutte le epoche storiche, perché sia per loro possibile liberarsi da insicurezze e convenzioni e prendere coscienza del proprio io autentico: unico modo per arrivare ad esprimere una natura antica e complessa.

Danzano: Marta Tabacco, Simona Argentieri, Romina Zangirolami.
Coreografia e regia di Romina Zangirolami
Costumi disegnati da Romina Zangirolami e realizzati da Giulia Zuolo e Isabella Ferrari "Creazioni Isafer".
Scenografie di Romina Zangirolami e installazioni artistiche di Luigi Gioli.

Lo spettacolo è stato realizzato nell'ambito del progetto “Città Segreta - storie, cronache, leggende della Rovigo del 1500” promosso da ARCI Nuova Associazione Comitato Provinciale e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell'ambito del bando Culturalmente 2016
Durata dello spettacolare 45 minuti, adatto ad un pubblico dai 15/99 anni.

Foto di Daniele Mantovani


Associazione Cantieri Culturali Creativi - Codice Fiscale: 93033240297 / 949920 - sede legale: Via Caporetto, 10/a - Rovigo | Privacy Policy
Telefono: 342 0303926 - Email: direzione@cantiericulturalicreativi.it - rominazangi1970@gmail.com - PEC: cantiericultiralicreativi@legalmail.it
© 2018 - Tutti i diritti sono riservati. Loghi e Marchi sono dei rispettivi proprietari.


Progetto grafico ed elaborazione tecnica by coccinella piccola ARTE nel WEB - Lendinara (RO)


banner artenelweb